Alice in Wonderland…bleah!

Helena Bonham Carter

Grandi aspettative da un regista che venero, una storia che adoro e un predecessore di tutto rispetto. Niente da fare. Tim Burton ha deluso (molto meglio persino Beetlejuice – Spiritello porcello), Lewis Carroll si sta rivoltando nella tomba (ma che fine ha fatto la storia, da dove saltano fuori Alice imprenditrice e il fidanzato sfigato?) e il cartone Disney di quando ero una marmocchietta rimane quanto di meglio in circolazione sull’argomento (Buon non compleanno! A te! A me!).

Di questo sciacquato remake si salvano senza dubbio la divina Helena Bonham Carter e i costumi. Lei, magnifica Regina di Cuori, riesce a dare personalità a un film che altrimenti non ne avrebbe, e i costumi, sebbene inadatti al racconto, sono senza dubbio originali e ricercati. Neppure il povero Johnny Depp mi ha dato soddisfazione. E io che credevo che non mi avrebbe mai delusa…tutti uguali gli uomini! :P

Quello che mi chiedo è che fine abbia fatto la bambina di 10 anni che si addormenta nel giardino di casa mentre legge con la sorella e come diavolo sia arrivata al suo posto una ventenne sempre mezza nuda che fugge dal pretendente senza fascino. Inoltre vorrei proprio capire da che parte siano saltate fuori le scene di Alice che combatte armata contro mostri e creature fantasy. Ma non era una piccola e innocente bimba alla scoperta di un mondo sconosciuto?

E per concludere vorrei segnalare una caduta di stile a cui non riesco a dare spiegazione: la deliranza. Mah!

3 thoughts on “Alice in Wonderland…bleah!

  1. Era. Ma questo non è un remake, a Burton stava pure abbastanza sui fondelli la storia di Alice. Burton ha detto la sua, ha fatto esplicitamente un sequel, e finalmente Alice è protagonista, non solo pretesto per passare da una scenetta buffa a un’altra assurda.
    In fondo rendere a film l’opera di Carrol è quasi impossibile, tutti quelli che ci han provato hanno dovuto mischiare a forza Wonderland con Oltre lo specchio, perdendo (per forza di cose) quel carattere di parodia e sbeffeggio della società inglese (anche leggere Carrol senza note è quasi impossibile, se non altro perchè ti perdi un sacco di cose).

    Insomma, a me è piaciuto :P Helena Bonham Carter è spettacolare, Johnny Depp effettivamente più matto di così non poteva essere (infatti l’ho preferito nei momenti in cui passava dal “matto” al “pensante” o “arrabbiato”…), e Colleen Atwood per i costumi… insomma… non è proprio la prima che passava per strada!
    Oh, e m’è piaciuta anche la svampitissima, aggraziatissima, sputatrice, Regina Bianca!

    Uh, un papiro! :P

  2. Giusto! Dimenticavo: la deliranza… forse l’ho dimenticata perchè cerco di rimuoverla.
    Posso incolpare la Disney per certe scelte infelici? E inutili?
    Sì, posso U_U

  3. ALICE on

    Leggiti il libro così vedrai che le ‘creature fantasy’ sono anche lì ;)

    E comunque questo film sarebbe il ‘come sarebbe andata a finire’ secondo Burton.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>