Come fare un bel CV per Google – 2

Come promesso, ecco la seconda dose di consigli! Redigere un CV non é semplice, bisogna tener conto di tanti dettagli…dettagli che spesso ci vengono in mente solo dopo averlo inviato a destra e a manca. Mi auguro che questa lista vi faciliti la vita quando sarete alle prese con CV e colloqui. In particolare qui a Google! :)

- imparate le lingue straniere. Conoscere persone diverse da noi, che hanno qualcosa da dirci e da insegnarci é il modo migliore per crescere. E come fare a comunicare con queste persone in ambienti internazionali? L’unica é sapere il maggior numero di lingue possibili. Nell’ultimo mese la maggior parte delle mie conversazioni inizia in una lingua (magari l’italiano), viene portata avanti in un’altra (spesso l’inglese), e si conclude in un’altra ancora (tendenzialmente lo spagnolo). Si potrebbe anche eleggere l’inglese a strumento di comunicazione per eccellenza, ma perché perdere la varietà infinita di dettagli e sfumature che ciascuna lingua offre? Provate a chiedere ad un argentino cosa direbbe a una ragazza con un bel lato B. :)

- non siate timidi. Avete idee? Credete di avere una soluzione geniale per qualche problema? Vi sembra che il team sia organizzato male? Ditelo! Le doti di leadership sono apprezzate sempre e comunque. Prendete l’iniziativa ogni qualvolta ne avete l’occasione. Che senso ha mettersi dei freni quando vi hanno assunto proprio per dare il vostro contributo all’azienda?

- non esiste solo il lavoro. In Italia non mi era mai successo, ma qui ho scoperto che le passioni personali sono “valutate” quasi tanto quanto le prestazioni lavorative (ho detto quasi!). Tra i miei colleghi ho campioni di pentatlon, istruttori di spinning, musicisti, ballerini, calciatori… Chi più ne ha più ne metta! L’idea di base é che se passate la vostra vita in ufficio non entrerete mai in contatto con esperienze nuove e motivanti che vi consentano di arricchire voi stessi e il vostro team.

- buttatevi nel volontariato. Io non l’ho mai fatto. Un po’ per pigrizia, un po’ per tirchieria (esiste come parola?), un po’ perché in effetti in Italia non frega niente a nessuno. Nella società del vabbuonismo in cui sono cresciuta non esistono incentivi per le attività sociali. Qui oltre a favorire le donazioni in denaro, organizzano eventi in cui tutti siamo coinvolti per supportare la comunità e ci spronano costantemente a fare del nostro meglio per migliorare la società in cui viviamo. E la raccolta differenziata ad ogni angolo dell’ufficio (e della strada) credo che sia un segnale molto evidente di questa tendenza.

- siate curiosi. Cercate di dimostrare, ad ogni stadio del processo di selezione grande curiosità verso il lavoro che vi aspetta, verso i colleghi, verso l’azienda, verso tutto. Dovrebbe essere proprio la curiosità a muovervi verso nuovi traguardi, se non chiedete come fate a dimostrarlo? Informatevi! Su YT, su Google, su blog e forum, sui social network e tra i vostri contatti potete trovare una mole impressionante di informazioni sull’azienda in cui volete lavorare (che sia Google, o qualsiasi altra). Cercate ogni dettaglio, provate a capire la struttura interna, quali sono gli obiettivi? Chi stanno cercando e perché? Siete voi la persona giusta? Cercate di avere in mano tutti gli strumenti e le informazioni per dimostrarlo!

- curate l’aspetto del cv. Lo so che sono i contenuti quelli che contano, ma se vi candidate con un brutto cv fate prima di tutto una brutta impressione. Ci andreste ad un colloquio con il trucco sfatto, i denti sporchi e le ascelle che puzzano? No? E allora perché inviate cv con errori di ortografia, con le esperienze professionali in ordine sparso, senza una bella foto che fa simpatia?

- siate precisi. Nel cv non limitatevi a segnalare sommariamente ciò che avete fatto. Inserite dati e numeri. Che voti avete preso? Quando avete frequentato quel corso? Qual é il sito dell’azienda per cui avete lavorato di recente? E il titolo della tesi? Capisco che se i voti non sono eccelsi si tende a evitare l’argomento ma in aziende strutturate come Google ve lo chiederanno, prima o poi ve lo chiederanno, quindi perché non chiarire subito le cose?

- siete sicuri di voler mandare il cv europeo? Su questo argomento c’é un grosso dibattito. Non so quale sia la soluzione migliore in senso assoluto, ma senza dubbio sono convinta che un cv ben strutturato, completo e esaustivo con un lay-out personalizzato sia migliore rispetto al triste cv in formato europeo.

Sarebbe bello ricevere altre idee!

9 thoughts on “Come fare un bel CV per Google – 2

  1. Il formato europeo è davvero una tristezza allucinante… Ma certi posti lo richiedono (per un semplice motivo di archiviazione), basta informarsi prima su quale formato è richiesto.

    E dimentichi la lettera di presentazione!
    Eh? che ci dici bella Valentina ormai d’oltralpe?

  2. Credo di non aver mai scritto una lettera di presentazione in tutta la mia vita…e’ grave??? :P

  3. Vale, grazie mille per le informazioni, continua così, magari in un futuro non troppo lontano potrei pensare a mandare il mio resume a Google Dublino :-) Vediamo come vanno i prossimi mesi da queste parti…

    Domanda secca: dici che la cover letter non l’hai mandata, ma nella submission page di GoogleJobs c’è uno spazio esclusivamente dedicato alla famosa lettera….dubbio amletico….che fare? :-)

    Spero che a Dublino il tempo sia bello come lo è qui a Cork oggi! buon lavoro, e grazie per tutti questi post utili e interessanti!

  4. Wow! E dire che non ti ho neanche pagato per scrivere un commento cosi’ lusinghiero! :) Grazie!

    No, la cover letter non l’ho mandata perche’ mi hanno contattata loro direttamente su LinkedIn. L’unica cosa che ho fatto e’ stato aggiungere 4 righe riguardanti i miei interessi in fondo al CV, cosa che inizialmente mancava e che mi hanno chiesto di aggiungere. Non so se si possa paragonare a una cover letter… Erano proprio 4 righe di numero e non parlavo ne’ delle mie aspirazioni professionali, ne’ delle mie esperienze lavoratve.
    Secondo me e’ molto piu’ importante concentrarsi sul CV piuttosto che sulla lettera, ma se c’e’ uno spazio apposito, allora si’, anch’io la inseririrei. E se non si e’ piu’ che fluent, meglio farsi correggere tutto da un madrelingua!

    Oggi bel tempo nella capitale…a parte le solite 2 o 3 imprevedibili showers!

  5. Grazie per il chiarimento, Vale! Sono sicuro che alla fine quello che conta è la “sostanza”, ovvero il CV, ma credo che da quel che ho potuto leggere riguardo al reclutamento da parte di Google non esista una formula standard al 100%, forse uno dei loro (o devo dire “vostri”?) punti di forza sta proprio nel non essere troppo “rigidi” su alcune procedure, inclusa la ricerca di nuovi dipendenti. Per quello che mi riguarda, il mio CV è decisamente eclettico, e questo potrebbe essere un aspetto positivo così come negativo (per la serie…”ma questo che vuole fa’?”) :-) La cover letter devo ancora scriverla, per fortuna l’aspetto linguistico è decisamente l’ultimo dei miei problemi :-)
    Anyway, vedremo che effetto avrà quando ve lo manderò tra un paio di mesi
    Saluti dalla piovosa (almeno in questo momento) Cork!

    F.

    p.s. i commenti lusinghieri sono stra-meritati!

  6. Ulisse on

    Salve Valentina,
    sono molto interessato ad inviare il cv a google,vedo parecchie posizioni aperte qui a milano e sono davvero convinto.
    Lavoro da 5 anni in una grossa concessionaria di pubblicità di livello nazionale (non faccio nomi) nel reparto internet e mi occupo di nuovi formati pubblicitari e di contatto editore-centro media/cliente, di recente molto mirato x mobile device, come ad media manager.
    La ritieni una figura che google possa vagliare?

    Grazie infinite
    “Ulisse”

  7. Ciao Ulisse :)
    Scrivimi pure una mail al mio indirizzo di posta privato con cv e posizioni che ti interessano. Appena riesco ti rispondo e vediamo cosa fare.
    In bocca al lupo
    Vale

  8. Francesca on

    Ciao vale, ho trovato il tuo blog cercando notizie in rete sulla possibilità di lavorare in Google. Interessanti I tuoi post, grazie mille. Lavori ancora lì? Ci sono posizioni interessanti per me a Dublino, io partirei immediatamente!

  9. Ciao Francesca, scusami ho visto solo ora il tuo commento. In realtà sono rimpatriata già da qualche mese!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>