Social King 2.0: tra la TV e il social-mobile

Da quando sto in Irlanda ho smesso di guardare la TV. Non tanto per scelta, quanto per pigrizia… Negli appartamenti in cui ho abitato non ho mai avuto voglia di contattare la società che fornisce il servizio di TV satellitare (o via cavo o quel che è…) e mi sono invece buttata sulla musica. Ho le mie fedeli playlist che alterno a seconda dell’umore e sono contenta così. Non posso negare però che spesso amici dall’Italia e anche colleghi qui a Dublino citino trasmissioni e programmi televisivi. Così, per curiosità, ogni tanto me li vado a cercare. Penso che la TV rifletta in maniera abbastanza fedele la condizione il cui si trova il cittadino medio. Sapere cosa c’è nel palinsesto significa, per me, mantenere il polso della situazione. L’altro giorno per esempio mi è arrivato l’invito a scrivere un articolo sponsorizzato su un programma televisivo: “Social King 2.0“. Se ho capito bene si tratta di un talent show di Rai2 e Rai Gulp con cui si interagisce via social network. Ho letto il brief e mi sono chiesta se potessi essere la persona più adatta a dare un parere su un argomento su cui sono così poco aggiornata. Poi ho capito perchè avevano deciso di chiederlo a me. Ho capito che il motivo per cui questa iniziativa stava risvegliando il mio interesse era l’integrazione con i social network e soprattutto con il social-mobile. Per lavoro mi trovo ogni giorno a spiegare ai miei clienti perchè un investimento su mobile sia un buon investimento per il futuro. Ho inesauribili fonti di dati e statistiche da citare. Dico che le vendite di mobile devices hanno ormai superato le vendite di PC, dico che in media ogni Italiano ha in tasca due SIM card, dico che il numero di queries su Google Mobile cresce giorno dopo giorno… Alla fine però mi rendo conto che per convincere un imprenditore di mezza età dei cambiamenti della società contemporanea mi basta ricordargli che anche lui ha cercato su YouTube la moviola dell’ultimo gol della sua squadra, e magari da tablet. Gli faccio notare che ha in tasca un iPhone, gli faccio notare che i suoi figli e i suoi nipoti di smartphone ne hanno già cambiati almeno un paio. Di sicuro è più semplice fare appello all’esperienza quotidiana per rendersi conto sul serio di come si stanno muovendo le cose. E questo nuovo programma rientra proprio nella sfera della quotidianità.

Cambia il meccanismo del contest e viene esaltata l’interazione con i telespettatori: il pubblico del web potrà votare e addirittura sfidare i concorrenti in trasmissione. L’ultima importante novità è un’applicazione per smartphone, sviluppata in collaborazione con Telecom Italia, che consente il “mobile check-in” degli spettatori e rappresenta una vera e propria innovazione nel campo delle tecnologie di comunicazione applicate alla tv. Oltre a interagire tramite il web come lo scorso anno, con il mobile check-in gli spettatori/utenti potranno effettuare l’accesso ai vari momenti della trasmissione, esprimendo le proprie preferenze su concorrenti ed esibizioni e condividendole in tempo reale sui social network preferiti – Facebook, Twitter, Miso. Il mobile check-in – questa la vera novità – si potrà effettuare anche automaticamente attraverso i codici QR visualizzati nel corso della trasmissione: basterà inquadrare con il proprio smartphone il codice QR associato all’ospite/video/esibizione preferiti per votarli direttamente.

Il nuovo servizio di mobile check-in rappresenta la volontà di integrare mobile e tv dando al programma un valore aggiunto. Non so se questa trasmissione sarà o meno interessante, non sono una grande appassionata di talent show, ma credo che fare un passo avanti verso la sinergia delle varie piattaforme e l’engagement diretto del pubblico non possa che fare bene alla nostra cara vecchia RAI. Per chi volesse dare un’occhiata al programma e soprattutto giocare con l’app e vedere come funziona questa nuova TV-integrata-con-social-mobile, lo troverete il 23 ottobre su Rai2 tutte le domeniche alle 9.20 (in replica su Rai Gulp alle 18.45) e in striscia quotidiana dal lunedì al venerdì su Rai Gulp già a partire dal 17 ottobre (alle 18.25).

Viral video by ebuzzing

One thought on “Social King 2.0: tra la TV e il social-mobile

  1. Credo che la nuova frontiera del mobile sia il LEARNING, l’istruzione però di alto ed altissimo livello magari però spezzettata in mini micro lezioni con possibilità di esercitazioni interattive. Una via di mezzo tra il MIT e le cerificazioni cisco academy. Poi però visto che i latini avevano ragione importantissima sarà la parte corpore sana con nuovi wearing computers collegati al cellulare per allenare e monitorare il corpo.
    Io credo che il futuro prossimo sarà cosi, o forse sono troppo di mezza età?
    Mobile phones per incrementare le prestazioni/salute di corpo e mente, esattamente il contrario di talent show che atrofizzano entrambi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>